Volpi in maglia bianca al Tour D'Europe

Primo Volpi e Fausto Coppi a Siena

Con Bartali dopo la vittoria del Tour D'Europe

 

Hanno detto di lui.....

Gran Premio del Meditteraneo
“…per diverse ragioni e sotto aspetti differenti Volpi e Coppi sono i due protagonisti del Gran Premio del Mediterraneo. Se Coppi e il protagonista numero uno, Volpi e il piu interessante concorrente per spirito d’iniziativa, coraggio, intraprendenza”
Estratto dalla Gazzetta dello Sport a cura di Giardini Guido

“…Il premio del Mediterraneo deve dunque conferire un diploma d’onore a questo vecchiaccio segaligno che non si piazzera mai in un concorso di mister bellezza, ma al quale potra essere assegnata una cattedra di ciclismo serio, coraggioso, spericolato”…visto che “il pericolo raddoppiava le energie di Volpi”…” estratto da un articolo di Roghi, titolato il Senatore Primo

”…Superbo atleta!...Questa volta il colpo gli e riuscito alla perfezione. Saltato fuori all’improvviso con Nolten, poi liberatosene e rimasto in fuga solo, egli non si spavento dei 30 Km, che aveva davanti, e filo via a 45 all’ora…Conto la furia del campione di Arbos che ripete la bella impresa compiuta nella recente Coppa Bernocchi, entrando solo nello stadio Catanese” estratto da un articolo di Ambrosini

“Il fenomeno Volpi…Non mi interessa oggi la biografia privata di Volpi, anche la piu succinta, e non credo che dietro questo suo disinvolto eroismo si nasconda il bisogno crudele del pane quotidiano, ma la sua fuga”...”Voglio bene a Primo Volpi come a un amico per la sua modestia, la sua tenacia, il suo entusiasmo.”…”E’ risaputo che in Italia non c’e stato un indipendente piu forte di lui, uno scalatore che gli stesse al paro, un fondista che lo valesse”…” Volpi un asso non e mai stato cosi come non e mai stato uno “zi nessuno”. Estratti dall’articolo di Vasco Pratolini per la Gazzetta dello Sport

“…Volpi non appartiene alla famiglia dei corridori che una volta scappati, continuano a voltarsi indietro per vedere se il grosso li insegue, ma …come il beccaccino, egli piazza diritto il lungo naso a becco e fa della velocita delle ali l’unica arma per difendersi dai cacciatori” estratto da un articolo di Roghi

CONTINUA ALLA PAGINA 2...

DEDICA DELLA NIPOTE SILVIA

 

 

 

....

   

 

..